Login



Hits
asfasf

Una certa idea della politica


Editrice Edimond, Città di Castello,1995

"Non è certamente molto consueto nel costume italiano che chi è impegnato in politica e abbia un compito di direzione decida ad un tratto di parlare fuori dai denti".


"Alberto Stramaccioni... e' dunque un dirigente politico che parla con spregiudicatezza dei problemi che il suo partito ha dovuto affrontare, e delle contraddizioni in cui si è trovato (e si trova ancora ?) impigliato. ... Egli denuncia anche a'll'interno del PDS e del circuito istituzionale che da esso dipende 'il potere di un ceto politico-amministrativo' e la sua 'resistenza al cambiamento' che ne fa 'un'oggettiva forza di conservazione dell'esistente', punta il dito contro la 'mancanza di trasparenza' che il più delle volte e' stata la regola nella vita interna di partito, ... parla senza mezzi termini del peso che anche in esso hanno avuto 'le oligarchie' e della 'logica gattopardesca' con la quale anche nel PDS queste sono state solite muoversi."
"... queste pagine.., sono il segno che a sinistra sta giungendo ai posti di massima responsabilita' una generazione nuova, decisa a portare nella politica modi di esprimersi - e dunque, presumibilmente, anche di agire - più diretti, più veri, più vicini alla sensibilità delle donne e degli uomini comuni, ai sogni e ai bisogni ai quali la politica deve obbligatoriamente rivolgersi. Dalla prefazione di ERNESTO GALLI DELLA LOGGIA

 

Video

Chi è online

 9 visitatori online
Tot. visite contenuti : 489359



Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.