Storia
PDF Stampa E-mail
Martedì 18 Settembre 2007

"Il viaggio tra le bellezze umbre di Attlee, il laburista che sconfisse Churchill"
"Il premier britannico in visita in Italia nel 1921. Durante il viaggio conobbe la sua futura moglie"    sdgsdg

di Alberto Stramaccioni

Non mancano di certo le cronache dei viaggiatori stranieri in Italia e in Umbria negli ultimi tre o quattro secoli. Tra questi è elevato il numero dei turisti inglesi che a partire dal Seicento hanno iniziato a visitare l’Italia e le città dell’Umbria, diventandone più recentemente anche residenti. 
Una speciale relazione si è costruita nel tempo tra gli inglesi e l’Italia e tra gli inglesi e l’Umbria.

 

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Venerdì 03 Agosto 2007

"Il vescovo e il colonnello"
"Come si salvarono dalle persecuzioni nel 1943-44 gli ebrei rifugiati ad Assisi"    sdg

di Alberto Stramaccioni

“Assisi Underground” insieme ad altri filmati, testimonianze e pubblicazioni è una pellicola del 1984 che più di altri documenti ha dato una certa notorietà alla storia di un gruppo di ebrei rifugiatisi ad Assisi durante la seconda guerra mondiale per sfuggire alle persecuzioni volute dai fascisti e dai nazisti.
La storia è abbastanza nota, ma oggi viene brillantemente riproposta da un bravo scrittore assisano Paolo Mirti, attraverso un agile e documentato volume dal titolo “La società delle mandorle, come Assisi salvò i suoi ebrei” con una prefazione di Walter Veltroni per i tipi della Giuntina Editrice di Firenze.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Domenica 15 Luglio 2007

"“Gli Inglesi e il Risorgimento italiano, una bibliografia 1815-1870”. Una nuova ricerca di Alberto Stramaccioni pubblicata dall’Università per Stranieri di Perugia."     sfsdfs

Perugia – Alberto Stramaccioni, professore incaricato di Storia contemporanea all’Università per Stranieri di Perugia da dato alla stampa una nuova pubblicazione dal titolo “Gli Inglesi e il Risorgimento italiano, una bibliografia 1815-1870”. 
L’opuscolo di 42 pagine curato per conto della Facoltà di Lingua e Cultura Italiana dell’Università per Stranieri di Perugia è il frutto di una ricerca storica su un tema che ormai da molti decenni non vede alcuna pubblicazione di rilievo.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Venerdì 01 Giugno 2007

"Partigiani e fascisti insieme?"
"Sessant’anni fa a Perugia un tentativo per la pacificazione"     sgndfkg

di Alberto Stramaccioni

Nel giorno del Capodanno, il primo gennaio del 1947 al cimitero di Perugia si ritrovarono un centinaio di giovani reduci dalle lotte partigiane e di aderenti alla Repubblica sociale italiana. Insieme, dopo aver partecipato ad una messa di suffragio, resero omaggio ai morti dei due schieramenti, scontratisi nei mesi della guerra e della resistenza, deponendo una corona di alloro sul monumento ai caduti. 
Questa iniziativa di pacificazione e riconciliazione dopo gli anni della guerra civile tra italiani fascisti e italiani antifascisti fu organizzata da due giovani, Corrado Sassi partigiano della banda “Francesco Innamorati” operante sui monti di Bettona e Deruta e Bruno Cagnoli aderente alla Repubblica sociale italiana. La vicenda è stata raccontata proprio da Corrado Sassi nel 1998 attraverso un volume autobiografico edito dalla Edimond dal titolo “Rose e latrine fra i Cesari. Quel capodanno perduto”.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Venerdì 11 Maggio 2007

"L'eroica tedesca che affrontò i nazisti"
"Il gesto e la figura di Caterina Herresthal a Valfabbrica nel giugno 1944"    sdf

di Alberto Stramaccioni

Una vicenda poco nota, ma utile per comprendere la vera e propria “guerra ai civili”, scatenata da parte dell’esercito tedesco in ritirata a Valfabbrica, un piccolo paese tra Gubbio e Perugia, il 25 giugno 1944. Era una domenica mattina quando l’allora piazza Umberto I, ora piazza Mazzini, andava popolandosi di gente che si avviava verso la chiesa di S. Sebastiano per la messa domenicale. La piazza viene all’improvviso occupata da un reparto militare tedesco che blocca le vie d’accesso e spara in aria raffiche di mitra per seminare paura e terrore. La presenza tedesca nel centro di Valfabbrica rappresentava la reazione ad un attacco che poco prima una pattuglia nazista aveva subito ad opera di alcuni partigiani, provocando un morto e due feriti gravi tra i soldati.

Leggi tutto...
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 5 di 14

Video

Chi è online

 16 visitatori online
Tot. visite contenuti : 267938

feed-image Feed Entries


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.