Storia
PDF Stampa E-mail
Giovedì 27 Maggio 2010

"IL CONSOLE E LA SPIA"
"Due personaggi della guerra di Liberazione in Umbria"   sdfs

di Alberto Stramaccioni

Nella ormai copiosissima letteratura sulla seconda guerra mondiale e in particolare sul periodo della guerra di Liberazione in Italia tra il 1943 e il 1945, emergono tanti personaggi coraggiosi, enigmatici, spregiudicati o vittime delle circostanze. E anche l’Umbria è stato il luogo dove alcuni di questi personaggi hanno vissuto i loro momenti eroici e tragici al tempo stesso. Vogliamo quindi raccontare la storia di due non italiani, un americano e una donna di origine ungherese che schierati su opposti fronti si sono ritrovati sui monti di Pietralunga durante la Resistenza al nazifascismo, messa in atto su quel territorio dalla formazione partigiana denominata brigata San Faustino (prendendo il nome dal luogo in cui si è costituita) poi chiamatasi “proletaria d’urto”.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Lunedì 10 Maggio 2010

"QUEST'ANNO UN 25 APRILE DEIDEOLOGIZZATO"
"All'insegna della memoria condivisa le celebrazioni del 65mo anniversario della liberazione nazionale"    sdj

di Alberto Stramaccioni

Quest’anno nei giorni precedenti e successivi alle celebrazioni del 65esimo anniversario del 25 aprile, a differenza delle esperienze passate (quando lo stesso Presidente del Consiglio non intendeva partecipare alle manifestazioni) si sono registrati commenti ed interventi all’insegna di un clima unitario, da “memoria condivisa”, pur con qualche limitata strumentalizzazione.
Sempre di più il 25 aprile è destinata a diventare la data simbolo dell’unità nazionale come lo sono quelle del 14 luglio per la Francia o del 4 luglio per gli Stati Uniti d’America. D’altronde è proprio in un biennio come quello 1943-1945 che avviene la “morte e la rinascita della patria” grazie alla partecipazione di una larga parte del popolo italiano alla guerra di liberazione dal nazifascismo, conclusasi il 25 aprile. Un evento oramai considerato il riferimento dei principi e dei valori scritti nella Costituzione e alla base della Repubblica Democratica.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Giovedì 08 Aprile 2010

"LA CRISI VIENE DA LONTANO"
"Intervista alla rivista "Diomede" - Umbria Rossa, Ascesa e crisi (1945-2010) - gennaio-aprile 2010"   df

di Gabriella Mecucci

Alberto Stramaccioni è nato nel 1956. Dal 1992 al 2001 è stato prima segretario della Federazione Provinciale di Perugia e poi segretario regionale dell’Umbria e membro della Direzione nazionale del Pds e dei Ds. Nel 2008 è stato eletto segretario provinciale e membro dell’Assemblea Nazionale del Partito Democratico. Eletto alla Camera dei deputati nella XIV e XV legislatura è stato parlamentare dal 2001 al 2008, membro della Commissione Difesa, della Commissione bicamerale d’inchiesta sull’occultamento dei crimini nazifascisti e della Commissione per le ricompense al valore civile. Laureato in Filosofia, insegna Storia contemporanea all’Università per Stranieri di Perugia ed ha pubblicato studi e ricerche sulla storia dei sistemi politici nel corso dell’Ottocento e del Novecento. La sua ultima pubblicazione edita dagli Editori Riuniti è Storia d’Italia 1861-2006.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Martedì 09 Febbraio 2010

"L'IMPEGNO DI UN PROTAGONISTA DEL PCI UMBRO TRA POLITICA E CULTURA"    sdf

di Alberto Stramaccioni

Con la scomparsa di Raffaele Rossi l’Umbria ha perso innanzitutto un “particolare” uomo di cultura. Con ciò non si intende sottovalutare o marginalizzare il suo importante ruolo politico e amministrativo svolto per più di mezzo secolo. Ma si vuole invece mettere in evidenza quel particolare rapporto organico tra politica e cultura che ha caratterizzato la sua intera vita di intellettuale e dirigente politico.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Lunedì 11 Gennaio 2010

"L'ITALIA E LA CADUTA DEL MURO DI BERLINO"
"Intervento al convegno del 9 novembre 2009 al Teatro Pavone di Perugia"    

di Alberto Stramaccioni

Vorrei innanzitutto ringraziare il Consigliere regionale Ada Girolamini che ci ha invitato a questa iniziativa e tutti gli organizzatori e i presenti. Va sottolineato d'altronde che, almeno nella nostra regione, questa è la prima iniziativa che si svolge nel ventennale della caduta del muro di Berlino ed ha un innegabile valore culturale, storico, ma anche e soprattutto politico.
1. La prima cosa da evidenziare quando si parla degli effetti prodotti dalla caduta del muro penso che debba essere l’elemento rappresentato dalla forte rottura avvenuta nella storia mondiale con gli eventi intervenuti nell’Est europeo e in URSS, tra il 1989 e il 1991, conclusisi con la dissoluzione dell’impero sovietico, nato nel 1917 e rafforzatosi dopo la seconda guerra mondiale.

Leggi tutto...
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 2 di 14

Video

Chi è online

 11 visitatori online
Tot. visite contenuti : 267937

feed-image Feed Entries


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.